Tessera

Archivio storico

archivio news

PRIMA DI ABBANDONARCI L'AFRICANO

ALZERÀ ANCORA UNA VOLTA LA CRESTA

Martedì 8 agosto ore 23:00

soleFino all'ultimo respiro ma a testa alta, l'anticiclone africano combatterà fino all'ultima isobara con la depressione in discesa dal nord-Atlantico pur di non cedere il campo alle fresche correnti di maestrale. La traiettoria occidentale della depressione - inizialmente - giocherà a suo favore aprendogli la strada sul mediterraneo centro-orientale e mettendo sotto il tiro delle calde correnti sahariane
tutto il nostro meridione e buona parte delle regioni centrali. Saranno altre 48-60 ore di gran caldo per la nostra regione poi, nel corso della giornata di venerdì, con l'avanzata della depressione verso levante, il "gobbo di Algeri " sarà costretto a cedere sotto i colpi di sostenuti venti di maestrale.
 
Molto brevemente vi mostro l'analisi elaborata dal centro di calcolo europeo di Reading con una sequenza di 3 cartine dove è riporatta la distribuzione della pressione al suolo e l'altezza di geopotenziale a 500 hpa.
La prima cartina è prevista per mercoledì 9 agosto: la disposizione meridiana dell'anticiclone delle Azzorre favorirà l'affondo della depressione dal nord Europa verso la penisola iberica; la classica manovra che favorisce una risposta di aria calda di natura africana sul bacino del mediterraneo.
87172
Fortunatamente il vortice non rimarrà stazionario va verrà spinto verso levante dall'alta pressione delle Azzorre che nel giro di 48 ore ruoterà il suo asse in senso orario coricandosi sui paralleli geografici (vedi mappa in basso prevista per venerdì 11 agosto). Ecco che sull'intero stivale la circolazione inizierà a mutare con l'inserimento di vivaci correnti nord-occidentali al suolo e da libeccio in quota. L'anticiclone africano verrà messo alle corde e costretto ad indietreggiare molto rapidamente, tanto che a fine giornata si perderanno le sue tracce sull'intero territorio nazionale. Il fresco diventerà realtà.

87173

Arriveremo così a sabato 12 (vedi mappa in basso) quando l'intera penisola sarà interessata da correnti settentrionali che, in alcuni casi, manterranno le temperature lievemente al di sotto della media del periodo. Sulla nostra regione le temperature diminuiranno fino a 10-12°C nelle aree collinari e montuose e fino a 6-8° lungo la costa. Si tratterà di una fase fresca di breve durata poichè già tra domenica e lunedì è prevista una lenta risalita delle temperature con valori che entro ferragosto potrebbero risultare lievemente al di sopra della media stagionale. È la spia che starebbe ad indicarci l'inizio di una nuova ondata di caldo che al momento - almeno nella sua fase iniziale - escludiamo che possa rivelarsi di severa intensità.

87174

Il cambio di circolazione non produrrà precipitazioni degne di nota; qualche rovescio potrebbe verificarsi lungo la dorsale appenninica in modo particolare nella giornata di sabato; ma su questo ci ritorneremo.
 
 
Se vuoi ricevere gli aggiornamenti in anteprima iscriviti al gruppo facebook; vai quie clicca sul bottone iscriviti.
 
Giuseppe Stabile Copyright 2017 Meteocilento - Riproduzione Riservata

42166

 

Articoli popolari

Articoli recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per assicurarti la migliore esperienza di navigazione e per mostrarti messaggi pubblicitari personalizzati.
Per informazioni dettagliate sulla tipologia ed impiego dei cookie in questo sito web ti invito a cliccare sul tasto "Approfondisci".
Se si prosegue alla navigazione su questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.