Tessera

Archivio storico

archivio news

PROSPETTIVE DI FREDDO SIMIL-INVERNALE

Sabato 15 aprile ore 10:00

154171Farà gridare al ritorno dell'inverno, farà maledire il tempo..... ma non è eccezionale una configurazione barica che porti freddo di tipo invernale a metà aprile. Nel corso degli ultimi 30 anni, almeno 5-6 volte si sono verificate irruzioni di aria fredda in questo periodo con nevicate che, in qualche occasione,
hanno raggiunto le basse colline, sfiorando persino le pianure (un caso? 7 aprile 2003).
 
Le ultime analisi dei più autorevoli centri di calcolo per le previsioni a medio termine confermano l'irruzione di aria fredda prevista per metà della prossima settimana; l'espansione verso l'Islanda dell'anticiclone delle Azzorre opererà un'azione di blocco alle miti correnti Atlantiche, per cui aria molto fredda di estrazione artica scivolerà verso le basse latitudini e grazie alla successiva rotazione in senso orario dell'asse anticiclonico coinvolgerà anche la nostra penisola, in modo particolare le regioni settentrionali e centrali del versante adriatico. L'inevitabile formazione di un minimo barico al suolo in prossimità dell'adriatico centrale causerà condizioni di marcata instabilità che interesseranno anche la nostra regione a partire dalla serata di martedì 18 aprile con precipitazioni a carattere di rovescio; le temperature inizieranno a calare drasticamente dalla giornata di mercoledì tanto che il limite della quota neve si abbasserà notevolmente (probabilmente fin sotto i 1000 metri). Al momento - considerando la distanza temporale - non è possibile entrare in ulteriori dettagli. Basta sapere che questo caldo anomalo che interessa tutta la penisola ormai da oltre un mese, per qualche giorno, si farà da parte.
In basso il cammino dell'aria fredda con riferimento alla quota isobarica di 500 hpa (a circa 5500 m.s.l.m.). Mappe elaborate dal centro di calcolo statunitense.
A dir poco spettacolare l'avanza del freddo verso sud a partire da lunedì 17; una differenza termica in quota che il run deterministico del modello in questione stima fin oltre i 10°C. Chiaramente questo depone per una marcata instabilità in considerazione del fatto che nei bassi strati è presente aria piuttosto calda e con l'arrivo di aria molto fredda in quota verrà scalzata e scaraventata in alto determinando vigorosi moti convettivi con la costruzione di sistemi nuvolosi a sviluppo verticale.
L'evoluzione, comunque, è molto delicata e suscettibile di variazioni, per cui vi invito a seguire i prossimi aggiornamenti che verranno pubblicati - sia pur in forma breve - anche in questi giorni festivi.
 
Colgo l'occasione per augurare a tutti i lettori una serena e felice Pasqua.
 
154172
154173154174154175 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti in anteprima iscriviti al gruppo facebook; vai  qui  e clicca sul bottone iscriviti.

Giuseppe Stabile Copyright 2017 Meteocilento - Riproduzione Riservata

42166

 
 

Articoli popolari

Articoli recenti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per assicurarti la migliore esperienza di navigazione e per mostrarti messaggi pubblicitari personalizzati.
Per informazioni dettagliate sulla tipologia ed impiego dei cookie in questo sito web ti invito a cliccare sul tasto "Approfondisci".
Se si prosegue alla navigazione su questo sito acconsenti all'utilizzo dei cookie.